PERCHÈ IL LEGNO RESISTE AL FUOCO

Bisogna sfatare il pregiudizio sulla scarsa durabilità del legno e che un edificio in questo materiale sia più pericoloso di uno in muratura.
È stato dimostrato che il legno sia lamellare che massello ha una resistenza pari o addirittura superiore alle strutture in muratura e in calcestruzzo.

A prova della resistenza al fuoco delle strutture in legno sono stati effettuati dei test sia in Giappone nel 2007 che all’Instituto Europeo sul Legno di Vienna.

Questi esperimenti hanno provato che le strutture in legno resistono meglio alle alte temperature grazie alle sue caratteristiche meccaniche di resistenza nettamente migliori rispetto ad edifici costruiti in edilizia tradizionale.

Il legno è un pessimo conduttore di calore, crea un isolamento naturale che fornisce condizioni di microclima ambientale regolari e stabili e non cede di schianto e senza preavviso.
Questo è possibile grazie alla ridotta dilatazione termica, che permette al legno di deformarsi molto poco se esposto al fuoco e alle zero emissioni nocive se il legno non è trattato.

Inoltre legno sottoposto alle fiamme produce una superficie carbonizzata che rallenta i propagarsi della combustione creando uno scudo per la parte più interna, impedendo quindi alla sezione interna di bruciare se non in tempi molto lunghi.

Questa è la dimostrazione di come l’edilizia sostenibile e di qualità sia in grado di offrire livelli di sicurezza elevatissimi non solo per quanto riguarda la resistenza sismica, ma anche in caso di incendi molto gravi.

CONTATTACI
PER UN PREVENTIVO:


SiNo

  Accetta l'informativa sulla privacy