scavi

Scavi di sbancamento in terreno di qualsiasi natura di circa 70 cm (fino alla quota d’imposta della fondazione) eseguiti con mezzi meccanici, esclusa roccia o scavi sotto la quota di falda.

Carico, trasporto del materiale con accesso e oneri alle discariche. Reinterro di scavi, eseguito a macchina, compreso il costipamento con terra o materiali provenienti da scavi eseguiti nell’ambito del cantiere.

Vespaio areato tipo Iglù h= 27 cm posato a secco su piano già predisposto (terreno, ghiaia, o magrone ecc.) completo di cartella di calcestruzzo di riempimento h= 4/5 cm di classe C 25/30 sino alla sommità del manufatto sul quale verrà posata la rete elettrosaldata φ6 20x20cm.

I getti di calcestruzzo armato saranno realizzati con materiali delle seguenti caratteristiche: ferro per c.a. in barre ad aderenza migliorata qualità B450 C, controllato in stabilimento; getto di calcestruzzo C15/20 a q.li 2,00 di cemento R 325 per sottofondazioni (magrone) spess. max 10 cm; getto di calcestruzzo con resistenza C25/30 (RCK > 300 kg/cmq), comprese le necessarie casseforme e l’armatura in ferro come da calcolo eseguito per fondazioni continua, plinti,platee, eventuali muri interrati.

La struttura di base della parete esterna è formata da pannelli X-Lam in legno massiccio di abete rosso di prima qualità dello spessore di 10 cm circa incollate con colla poliuretanica monocomponente senza formaldeide, tagliato su misura.

Il rivestimento esterno è in lana di roccia dello spessore di 10 cm. Su tale strato isolante viene applicato in due mani, con rete di armatura in PVC, un composto di intonaco a scelta fra intonaco traspirante, oppure intonaco plastico impermeabilizzante. La colorazione è contenuta nel composto della seconda stesura, e il colore è a scelta del committente (extra prezzo per colori accesi).

Le varie pareti sono tra loro congiunte tramite elementi in acciaio a incastro maschio/femmina, e sono ancorate alla fondazione tramite staffe e barre filettate in acciaio zincato. Il rivestimento interno è costituito da 5 cm in lana di roccia, chiusi da pannelli in cartongesso. **

Struttura portante del tetto in legno lamellare di Abete Rosso composto da travi di colmo e travetti fissati alle travi di orditura principale mediante tasche e/o piastre metalliche opportunamente predisposte. Carpenteria metallica con trattamento di zincatura necessaria al fissaggio di tutta la struttura in legno sopra descritta mediante piastre angolari, viti e ferramenta varia.

Pacchetto di copertura composto da:

  • Manto di finitura con tegole o coppi in cemento tipo cotto di Francia o Grecia striato da posare su contro listelli in abete grezzo;
  • Legno di abete per listellatura sp. 30/50 mm;
  • Legno di abete controlistellatura (altezza min. 50 mm);
  • Pannello di fibra di legno a alta densità sp, 22 mm;
  • Strato isolante in pannelli di fibra di legno sp. 180 mm media densità;
  • Telo impermeabile per funzione di barriera antivapore;
  • Assito in tavole di abete dello spessore di 40 mm posate maschio/femmina, con impregnate antitarlo e antimuffa e con rivestito per protezione antifuoco;
  • Legno da costruzione portante con spessore a seconda del calcolo statico.

Controsoffittatura con lastra in doppia lastra in cartongesso sp. 12,5 mm, da valutarsi a parte.

Linea vita realizzata in colmo mediante il posizionamento di paletti in inox (con relativi Kit di impermeabilizzazione) e fune completa di tenditori. Sono compresi i cordini antipendolo da posizionare nei quattro angoli del fabbricato e i ganci sottocoppo.

Canali di gronda a sezione tonda, sviluppo cm 50 in alluminio colorato spessore 8/10 o rame semicrudo. Converse sviluppo cm 50 in alluminio colorato spessore 8/10 o rame semicrudo;

Scossaline sviluppo cm 50 in alluminio colorato spessore 8/10 o rame semicrudo; Pluviali a sezione tonda diametro 100 mm in alluminio colorato o rame semicrudo.

Pareti interne spessore cm 12,5 con montanti in alluminio e legno rivestiti con doppia lastra di cartongesso sp 12 mm + 12 mm e coibentazione interna in lana di roccia a bassa densità.

Tinteggiatura pareti interne compresa carteggiatura, stuccatura, primer, due mani di colore pastello a scelta.

Il rivestimento esterno viene affidato ad un cappotto lana di roccia di 10 cm, su questo strato isolante viene applicato in due mani, con rete di armatura in PVC, un composto premiscelato di intonaco da spatolare (a scelta fra intonaco traspirante ai silicati naturali oppure intonaco impermeabilizzante a base di resine sintetiche) già precolorato nell’impasto del secondo strato, con colore e tinteggiatura tipo Venezia a scelta del committente.

Pavimenti in ceramica monocottura dimensioni 30×30 cm o legno parquet prefinito sp. 10 mm con dimensioni listelli fino ad un massimo di larghezza 65/75 mm, lunghezza 450/600 mm in Rovere, Iroko o Doussie (prima scelta commerciale).

I rivestimenti verranno eseguiti solo nei bagni fino ad un’altezza di cm 200/220 e saranno sempre in monocottura con dimensioni cm 20×20, 25×33, 25×50 (prima scelta commerciale).

 

I battiscopa sono previsti in legno o zoccolino in ceramica interno ed esterno da 7 cm di altezza.

In pino di Svezia e Abete sp. 70 mm circa a battente ad una o due ante, completi di chiusura a nottolino, guarnizioni in neoprene, vetro camera 4+4.1 acustico/18 argon/3+3.1 acustico basso emissivo, coprifili interni ed esterni, falso, maniglia alluminio bronzato, schiumatura con poliuretano, verniciati con un bagno di impregnatura colore a scelta del committente e vernice all’acqua per esterni.Vetrate antisfondamento.

Vetrate antisfondamento.
A scelta del cliente serramenti in alluminio o misto legno-alluminio (extra prezzo).

A richiesta maggiorazione per vetro a doppia camera 4+4.1/12 argon swisspacer V/4 temperato/ 12 argon swisspacer V/3+3.1 bassoemissivo (extracapitolato).
Davanzali finestre e soglie porte interne in Botticino o in legno (prima scelta commerciale). A richiesta del committente serramenti a doppio vetro camera.

Tamburate cieche lisce in laminatino con coprifili perimetrali, pantografate e laccate serratura patent con chiave, guarnizione acustica con gomma, maniglie con placche in alluminio tipo hoppe.

Portoncino blindato completo di controtelaio in acciaio, completo di rivestimento interno in tanganika laccato, tinto noce, ed esternamente con due riquadri pantografati verniciati a scelta del committente o in pvc.

Riscaldamento a pavimento con caldaia a condensazione a gas metano. L’impianto sarà completo di caldaia a gas con produzione di acqua calda con kit pannelli solari termici.

Nei bagni è previsto l’inserimento di termo arredi scalda salvietta. L’impianto sarà eseguito secondo progetto come da D.Lgs n° 311/2006 (ex legge10/91) per la coibentazione ed il riscaldamento.

Servizi igienici a colonna o sospesi costituiti da lavabo, bidet, wc, piatti doccia (dim 90×90), vasca da bagno, attacchi per lavatrice.

I sanitari saranno di ottima qualità tipo IDEAL STANDARD o DOLOMITE o VILLEROY&BOCH con relative tubazioni coibentate ed accessori per acqua calda e fredda, il tutto regolarmente funzionante.

La rubinetteria sarà del tipo miscelatore monocomando, per tutti gli apparecchi sanitari.
Cucina: attacchi lavastoviglie, attacchi lavello cucina, attacchi del gas.

L’unità immobiliare sarà dotata di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria. Per l’alloggio sarò fornita la prescritta certificazione L 46/90.

L’impianto sarà eseguito con materiali aventi le seguenti caratteristiche:
Cassette di deviazione in materiale isolante flessibili in PVC serie pesante a pavimento e leggera nei tavolati.
Apparecchi di comando e prese di sicurezza di tipo componibile in scatola rettangolare e placca frontale in resina della Ticino.
Quadretti di comando e protezione del tipo modulare.
Videocitofono di ottima qualità tecnica.

Per ciascun alloggio è previsto:

  • n. 1 centralino modulare da incasso con antello a totale isolamento composto da un interruttore automatico magnetotermico differenziale bipolare ad alta sensibilità,
  • n. 1 interruttore automatico magnetotermico differenziale bipolare (illuminazione),
  • n. 1 interruttore automatico magnetotermico differenziale bipolare (prese da 10 A),
  • n. 1 interruttore automatico magnetotermico differenziale bipolare ( prese da 16 A ),
  • n. 1 trasformatore per segnalazioni acustiche,
  • n. 1 punto luce per ogni locale,
  • n. 2 punti luce per bagni e cucina,
  • n. 3 prese da 2×10/16 A+T in ogni locale d’abitazione (per utilizzo generico),
  • n. 4 prese da 2x16A+T con interruttori automatici di comando e protezione per utilizzazioni superiori a 1Kw (lavatrice, lavastoviglie, scaldabagno, ecc.),
  • n. 2 prese 2×10/16 A+T aggiuntiva nella zona cucina,
  • n. 2 pulsanti suoneria per ogni camera,
  • n. 1 pulsante suoneria a tirante per ogni bagno,
  • n. 1 pulsante suoneria con targa all’ingresso,
  • n. 1 presa telefonica per ogni locale abitabile,
  • n. 3 prese TV complete di colonna allacciamento antenna,
  • n. 1 punto luce sotto i porticati,
  • Impianto di antifurto,
  • Basculante elettrica,
  • Parabola.

Impianto aspirazione centralizzata
Impianto Fotovoltaico
Impianto Geotermico
Impianto di Ventilazione Meccanica Controllata
Serramenti in Triplovetrocamera
Rivestimenti in pietra naturale, ricostruita, mattoni ecc.
Opere esterne quali recinzioni, muretti perimetrali,
ingressi pedonali e carrai, viali d’ingresso
Opere in cemento armato per piani interrati Illuminazioni
esterne
Piscina Sistemazioni esterne di giardinaggio
Per l’alloggio sarà fornita la prescritta certificazione L. 46/90.

Si precisa che l’alloggio sopra descritto nelle opere, sarà completo in tutte le sue parti, anche in quelle eventualmente omesse nella descrizione in modo da essere abitabile, come si vuol dire con “ CHIAVI IN MANO “.

Il dimensionamento delle strutture in legno è stato eseguito con il metodo delle tensioni ammissibili secondo le norme DIN 1052. Gli elementi in legno sono di abete rosso di 1* e 2* classe in funzione delle esigenze statiche e sono impregnati in stabilimento con prodotti antitarlo e antimuffa.

Le travi vengono impregnate all’acqua tipo “ Linfa “ Solas, colore a scelta come tinte da campionatura. Si evidenzia che l’impregnazione utilizzata, essendo di tipo “ ecologico “a base d’acqua, può presentare degli aloni più o meno scuri in corrispondenza dei nodi delle travi o delle perline in misura maggiore per le tinte più scure (rovere, noce, castagno); tale effetto è del tutto naturale in quanto è dovuto alla diversa porosità del legno.