I giardini Paghera, eleganza e fascino

Conoscenza botanica, ragione e sentimento – sono queste le doti che ci guidano nel progettare e realizzare giardini, dal più piccolo e semplice al più esteso e complesso. I giardini Paghera sono semplicemente i giardini più belli e affascinanti del mondo, la storia della nostra attività lunga 150 anni e ogni nostro progetto, lo dimostrano.

Spazi aperti, ricca vegetazione dove tutte le sfumature del verde s’incontrano, fiori dai colori sgargianti e sontuosi alberi, elementi che insieme evidenziano la naturale bellezza dei luoghi, il giardino è spesso il punto focale di una proprietà, il gioiello verde che diventa l’oasi dove vivere momenti di relax in compagnia.

La conoscenza botanica, dote che non ammette improvvisazione e che per Paghera significa un’esperienza quarantennale, è la garanzia che assicura il mantenimento del risultato scenico nel tempo. La ragione, ci consente di elaborare le idee, organizzare gli spazi, razionalizzare le fasi progettuali e pianificare gli interventi in Italia e nel mondo, a qualsiasi latitudine. Ma è il sentimento che scatena l’immaginazione, che porta a sognare e immaginare il risultato scenico finale ancora prima di iniziare a pensare e progettare, che porta ad una visione mentale dell’area in tridimensionale, capacità che consente di visualizzare immediatamente gli assi e le prospettive da valorizzare, gli scorci più interessanti su cui costruire punti focali, aperture o chiusure di quinte e fondali.

E’ questa la spinta emotiva senza la quale non potremmo pensare ad ogni lavoro come fosse unico, coinvolgente, “nostro” prima ancora che del cliente. Da questa emozione nascono piccoli e grandi paradisi privati, gli scenari che prima di appagare il sogno di chi li ha commissionati, dalle persone comuni fino a personaggi famosi, compresi re, principi ed emiri, hanno sicuramente emozionato noi.

I giardini più belli del mondo sono firmati Paghera.

In collaborazione con VillaBio.

CONTATTACI
PER UN PREVENTIVO:


SiNo

  Accetta l'informativa sulla privacy